Cecilia Exacoustos – AON

“Flessibilità e capacità di adattamento sono le soft skill più ricercate nei colloqui”

Cecilia Exacoustos, 25 anni
Laureata in Economia Aziendale e Management presso Università Bocconi
Lavora in AON nella divisione Flexible Benefits

 

Cecilia, come è andato il tuo primo colloquio? Su cosa ti sei sentita particolarmente forte e su quali aree hai poi capito che avresti dovuto lavorare di più?

Ho fatto il primo colloquio durante il percorso di studi di laurea triennale. È stato utile perché sono riuscita a capire quali fossero i miei punti forti sui quali investire, e quali i deboli per impegnarmi al fine di migliorarli. Ho imparato che ogni esperienza, scolastica e non, se raccontata nel modo giusto può aiutare l’interlocutore a capire quali siano le caratteristiche personali del candidato. Ho imparato ad essere sincera nell’esprimere quali sono state le reali difficoltà che ho incontrato durante il mio percorso, ma anche ad enfatizzare i miei punti di forza.

Se tu avessi potuto richiedere un supporto all’università nella fase di ricerca/colloquio, di che cosa avresti avuto bisogno?

Ho avuto la fortuna di studiare in un’università molto all’avanguardia dal punto di vista del supporto durante la fase di ricerca di lavoro. Tra le numerose iniziative le più utili sono state sicuramente la piattaforma di Job Placement, gli incontri formativi su come costruire il cv, i career day ma soprattutto la possibilità di trascorrere alcuni giorni all’interno di aziende al fine di iniziare a conoscerne le aree funzionali e capire quale area rispondesse di più alle caratteristiche personali.

Credo che tutte le università debbano muoversi in questa direzione, diventando così punto reale d’incontro tra domanda e offerta nel mondo del lavoro.

 Quale consiglio ti sentiresti di condividere con chi è ancora in cerca di occupazione?

Il mio consiglio è di cercare in maniera mirata, costruire un curriculum ad hoc per quella che è la posizione che si vuole ricoprire. È importante non mandare cv standard in maniera massiva, ma far sì che il proprio curriculum possa risultare “quello giusto al momento giusto”.

Oggi è importante inoltre imparare a utilizzare strumenti come LinkedIn in modo appropriato e “tenere d’occhio” tutte le offerte in linea con i propri interessi.

Sei soddisfatta del tuo percorso di studi? Rifaresti la stessa scelta? Che cosa ritieni sia stato molto efficace nella tua esperienza universitaria e che cosa suggeriresti di migliorare nell’offerta e nei servizi degli atenei?

Sono molto soddisfatta del mio percorso di studi e rifarei la stessa scelta. Sono convinta che il corso di Laurea che ho scelto, Economia e Management, abbia positivamente contribuito a rafforzare quelli che sono i miei punti di forza. La possibilità di studiare all’estero e i frequenti lavori in team svolti durante l’università sono state le esperienze che più mi hanno fatto crescere. L’esperienza all’estero è fondamentale per imparare ad essere curiosi, a mettersi in gioco e a conoscere e apprezzare culture diverse. I lavori di gruppo invece sono necessari per imparare a lavorare in team, ad essere diplomatici ma allo stesso tempo efficaci nell’esporre le proprie idee in modo che vengano prese in considerazione.

In ambito di competenze soft, prima di entrare nel mondo del lavoro quali pensavi fossero le più importanti e oggi che lavori hai cambiato idea?

Ogni volta che si parte per un viaggio quello che si mette in valigia non è mai completamente sufficiente per affrontare l’avventura che poi ci si trova a intraprendere. Lo stesso si ripropone quando ci si prepara ad entrare nel mondo del lavoro. Le competenze che si credono importanti si rivelano solo una parte di quelle che sono poi le effettive soft skills necessarie per “sopravvivere” e ottenere i migliori risultati. Nel mio caso, ero convinta che l’essere organizzati, precisi e saper lavorare bene in gruppo fosse ciò che effettivamente le aziende ricercassero. Ma ora, a distanza di due anni dalla mia prima esperienza, sono pienamente consapevole che la flessibilità e la capacità di adattamento sono le soft skills più importanti, che permettono di perseguire i propri risultati crescendo professionalmente.